Potatura siepi

Le siepi in natura crescono spontaneamente senza bisogno di potature regolari. Gli interventi dell’uomo si limitano solo al taglio dei rami secchi, malati o spezzati, e solo in casi rari, quando la siepe diventa veramente ingombrante, è necessaria la potatura per ridurne le dimensioni.

Tutte le siepi che invece devono avere una sagoma e un ingombro precisi e sono chiamate siepi formali e richiedono una potatura assidua. Le siepi sono composte da tante piantine che vengono coltivate molto vicine tra loro in modo che foglie e rami si intersichino creando una vera e propria barriera. 

Generalmente le siepi formali vengono utilizzate per limitare i terreni, proteggere dal vento e dai rumori esterni i giardini o semplicemente dare un tocco decorativo all’esterno dell’abitazione.

Spiegazione di quando potare le siepiLa scelta del periodo in cui potare le siepi dipende dalla tipologia di esemplari scelti e da quando sono stati piantati.

Per garantire un vigore vegetativo ottimale, durante i primi te anni di crescita gli interventi di potatura saranno più frequenti, consentendo alla siepe di svilupparsi in maniera corretta con radici ben ancorate al suolo. 

A partire dal quarto anno la maggior parte delle siepi vanno potate due volte l’anno al termine della fioritura, quindi in maggio e agosto. Questi due periodi sono quelli generalmente consigliati; le siepi a bassa manutenzione possono essere potate una volta l’anno, mentre quelle a crescita veloce e più esigenti richiedono di maggiori potature durante l’anno. Le siepi a crescita rapida richiedono solitamente 3 potature, una potatura a fine inverno, una potatura estiva e una fine estate.

Hai bisogno di una potatura siepi a Roma?

Come potare le siepi?

Spiegazione di come potare le siepi

I rami delle siepi possono essere tagliati sia manualmente, tramite cesoie e seghetti, sia meccanicamente con attrezzi elettrici. Se la siepe da potare è di piccole dimensioni consigliamo di intervenire manualmente senza l’uso di attrezzi elettrici o potasiepi a scoppio.
Gli attrezzi devono essere sterilizzati e ben affilati e i tagli sempre netti e obliqui. 

La potatura si esegue mano a mano su ogni pianta che compone la siepe dal basso verso l’alto, in modo da impostare subito la larghezza della base e inclinare un poco gli attrezzi mano a mano che si risale. La forma leggermente a trapezio darà luce a sufficienza alla parte bassa evitando che si svuoti.

Se la siepe da potare è stata trascurata saltando molte potature, sarà necessario ripristinare la forma della siepe; Si può ottenere una forma precisa fissando nel terreno delle canne da un lato all’altro della siepe, sulle quali tirare fili che faranno da guida per tutta la lunghezza. Tutto quello che fuoriesce dalle linee guida andrà tagliato!

Costi potatura siepi.

Il costo della potatura siepi dipende molto dal tipo di siepe e dalla forma che si desidera ricavare. Inoltre so stato in cui si trovano le piante e la funzionalità che hanno possono influire sui costi di potatura.

Per le siepi usate come recinzione i costi variano più che altro in base al perimetro che coprono, poiché sono molto resistenti e non hanno bisogno di particolare manutenzione; la potatura servirà semplicemente a limitare l’altezza delle piante effettuando un taglio netto e approssimativo

Potatura siepi decorative e rte Topiaria

I costi di potatura delle siepi decorative invece sono maggiori: l’intervento di potatura delle siepi decorative si chiama arte topiara e richiede sia una potatura specifica finalizzata a dare una particolare forma, sia interventi di potature frequenti per mantenere la forma data.

Non dimenticare!

Eliminare le erbacce più sviluppate alla base della siepe e rimuovere subito la risulta di potatura: oltre ad’essere antiestetica può favorire l’insorgenza di malattie fungine o il proliferare di insetti nocivi.

Smaltisci correttamente i tuoi residui di potatura a lavoro ultimato
Vuoi avere un parere professionale?
Riceverai senza impegno